La Campagna

“Un giorno per L’Europa, ogni giorno per i bambini”

UNA CAMPAGNA PAN-EUROPEA

 

 

IN TUTTA EUROPA IL BULLISMO E’ DIVENTATO PARTE DELLA REALTA’ QUOTIDIANA DI MOLTI BAMBINI. LE AZIONI E PAROLE DANNOSE INFLIGGONO CONSEGUENZE TERRIBILI PER BAMBINI, GENITORI E INSEGNANTI ED ULTIMAMENTE, PER LE SOCIETA’ EUROPEE.

Nonostante le importanti iniziative e azioni a livello europeo, il fenomeno del bullismo persiste, come dimostrano vari studi. Uno studio recente, condotto nel quadro del programma finanziato dall’Unione Europea “Campagna europea contro il bullismo”, dimostra che il 51% degli studenti ha subito bullismo in Lituania, 50% degli studenti in Estonia, 43% in Bulgaria, 31% in Grecia, 25% in Lettonia e 15% in Italia. I numeri sono sconvolgenti e indicativi della crescente dimensione del fenomeno del bullismo nelle società europee di oggi.

Questa campagna vuole mettere in luce la necessità di azioni organizzate contro il bullismo a livello europeo e di stabilire una giornata europea antibullismo. E’ una parte integrante del progetto EAN “Rete Europea Antibullismo” e dello sforzo nel quadro di questo progetto per creare una strategia comune europea contro questo fenomeno.

Lo scopo di questa campagna non è la creazione di più giorni ufficiali in Europa. Il nostro obiettivo è accrescere la conoscenza del problema, per mobilitare gli stakeholder nel campo del bullismo e mettere insieme in una tavola rotonda la società civile, i cittadini, e le autorità pubbliche per riflettere sulle iniziative antibullismo degli anni passati, per condividere esperienze e promettere pratiche per il problema e per discutere su iniziative concrete e la loro pianificazione contro il bullismo per gli anni avvenire. Pertanto, l’idea centrale di questa campagna è quella di creare un’importate giornata simbolica della lotta contro il bullismo che rafforzerà le iniziative antibullismo già esistenti e gli sforzi a livello nazionale ed europeo.

A gennaio 2013 il Parlamento Europeo ha espresso le preoccupazioni sollevate dalle società europee e ha adottato una dichiarazione scritta che miri a creare una giornata europea contro il bullismo e la violenza scolastica. Adesso più che mai la società civile, i cittadini e l’Unione Europea giocano un ruolo critico. Azioni combinate e politiche contro il bullismo trasformeranno le vite quotidiane di molti bambini nelle società europee.

“Se sei neutrale in situazioni di ingiustizia, hai scelto la via dell’oppressore”, ha provato Desmond Tutu e questo è il motivo per cui è importante per ognuno di noi prendere azioni contro il bullismo. Vi invitiamo ad unirvi allo sforzo e a diffondere con questa campagna nel vostro paese e/o all’estero, la necessità di dedicare “Un giorno per l’Europa, e ogni giorno per i bambini”.