Programma Daphne III

Il programma Daphne III mira a contribuire alla tutela dei bambini, giovani e donne contro tutte le forme di violenza e a raggiungere un livello elevato di tutela della salute, benessere e coesione sociale. Il suo obiettivo specifico è quello di contribuire alla prevenzione e alla lotta di tutte le forme di violenza che avvengono nell’ambito pubblico o privato, inclusi sfruttamento sessuale e traffico di esseri umani. Il programma mira a prendere misure preventive e a fornire supporto e protezione per le vittime e i gruppi a rischio. Il Parlamento Europeo e il Consiglio hanno adottato una Decisione che stabilisca il programma specifico Daphne III come parte del Programma Generale “Diritti Fondamentali e Giustizia”.

Storia del programma Daphne

Il programma Daphne III si fonda sugli obiettivi dei programmi precedenti Daphne (2000-2003) e Daphne II (2004-2008).
 

Obiettivi e strumenti del Daphne

Il fulcro del programma Daphne III si basa su:

  • assistere e incoraggiare le ONG e le altre organizzazioni attive in questo campo;
  • sviluppare e realizzare azioni di sensibilizzazione mirate;
  • diffondere i risultati ottenuti con i precedenti programmi Daphne;
  • identificare e rafforzare azioni che contribuiscano ad un trattamento positivo delle persone a rischio di violenza;
  • impostare e sostenere reti multidisciplinari;
  • assicurare la crescita e lo scambio di conoscenza, identificazione e diffusione delle informazioni e delle buone pratiche;
  • ideare e testare materiali educativi e di sensibilizzazione, e integrare e adattare quelli già disponibili;
  • studiare i fenomeni legati alla violenza e al suo impatto;
  • sviluppare e realizzare programmi di sostegno per le vittime e gente a rischio e programmi di intervento per chi compie violenza.
     

Accesso al programma

L’accesso al programma è aperto a:

  • organizzazioni e istituzioni pubbliche o private (autorità locali competenti, dipartimenti di università e centri di ricerca);
  • azioni per impedire e combattere la violenza contro i bambini, giovani e donne; tutela contro questo tipo di violenza; fornire sostegno per le vittime; attuare azioni mirate per promuovere il rifiuto di questa violenza; o incoraggiare un cambio di atteggiamento e comportamento nei confronti dei gruppi vulnerabili e le vittime di violenza.